Gara - ID 269

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Cultura - Sistema Informativo - Comunicazione
ProceduraNegoziata
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Affidamento della concessione di servizio per l’organizzazione e la gestione del Festival “Settembre Prato è spettacolo – edizioni 2020 e 2021
 
CIG8103581696
CUP
Totale appalto€ 932.000,00
Data pubblicazione 20/11/2019 Termine richieste chiarimenti Martedi - 03 Dicembre 2019 - 13:00
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 11 Dicembre 2019 - 13:00 Apertura delle offerteGiovedi - 12 Dicembre 2019 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 79952 - Servizi di organizzazione di eventi
DescrizioneOggetto della concessione è l’ organizzazione e la gestione delle edizioni 2020 e 2021 del Festival “Settembre, Prato è spettacolo, iniziativa artistico musicale.
La concessione comprende l’ideazione del programma, la cura delle pratiche rivolte all’ottenimento dei permessi per pubblico spettacolo, l’allestimento delle aree di realizzazione di spettacoli e/o attività, la sicurezza, la promozione degli eventi e tutto quanto più dettagliatamente indicato nel proseguo del presente capitolato.
In particolare  il Festival “Settembre Prato è spettacolo” è un festival musicale, con sede in Piazza del Duomo, che ha il suo svolgimento nei primi giorni del mese di Settembre e comunque prevalentemente tra il 25 agosto e il 15 di settembre di ciascun anno. Oltre ai concerti principali facenti parte del calendario, il Festival si arricchisce di iniziative collaterali, prevalentemente di natura musicale, da realizzarsi in aree limitrofe al centro storico. Inoltre all’interno del cartellone del Festival sono inserite due manifestazioni a ingresso gratuito organizzate dall’Amministrazione Comunale: concerto dell’Orchestra Camerata Strumentale di Prato e Corteggio Storico.
 
Struttura proponente Servizio Cultura, Turismo e Promozione del Territorio
Responsabile del servizio Rosanna Tocco Responsabile del procedimento VOLPE ARETA
Allegati
Richiesta DGUE XML
File doc informativa-gare - 19.00 kB
20/11/2019
mod-3-dcihiarazione-sostitutiva-di-certif - 93.10 kB
20/11/2019
mod-5-dichiarazine-impresa-ausiliaria - 22.86 kB
20/11/2019
mod-6-dich-impresa-ausiliaria-proc-concorsuale - 19.95 kB
20/11/2019
mod-7-offerta-tecnica - 37.34 kB
20/11/2019
File doc mod-8-quadro-economico - 44.00 kB
20/11/2019
File pdf qe-comune-di-prato - 96.44 kB
20/11/2019
File doc capitolato-settembre-20-21 - 247.00 kB
20/11/2019
File pdf all.-a-planimetria-piazza-duomo-tribune - 252.51 kB
20/11/2019
mod-2-domanda - 71.18 kB
20/11/2019
File p7m lettera-dinvito.pdf - 702.05 kB
20/11/2019
File pdf lettera-dinvito - 697.01 kB
20/11/2019
4-mod-bollo - 19.70 kB
20/11/2019
File xml dgue-request-3 - 10.89 kB
20/11/2019
File pdf Curriculum Vitae tocco rosanna - 115.10 kB
12/12/2019
File pdf Curriculum Vitae nutini massimo - 56.55 kB
12/12/2019
File pdf Curriculum Vitae fedi simona - 68.50 kB
12/12/2019
File pdf Curriculum Vitae innocenti simona - 71.17 kB
12/12/2019

Seggio di gara

Atto di costituzione 3979 - 12/12/2019
Nome Ruolo CV
tocco rosanna dirigente File pdf

Commissione valutatrice

Atto di costituzione 3979 - 12/12/2019
Nome Ruolo CV
nutini massimo presidente File pdf
fedi simona membro File pdf
innocenti simona membro File pdf

Chiarimenti

  1. 25/11/2019 09:20 - Quesito n.1:
    Il valore stimato di euro 1.100.000 è calcolato su 1 edizione o su 2 edizioni (ovvero la durata della concessione)?

    Quesito n.2:
    Chi deciderà se ammettere in sede di formulazione dell’offerta le integrazioni [come da precedente dicitura] previste all’art. 4.2 della lettera di invito? E’ l’Amministrazione comunale che a suo insindacabile giudizio deciderà a posteriori (ovvero in sede successiva alla assegnazione della concessione) se ammettere l’integrazione e quindi se concedere l’ulteriore contributo, oppure già in sede di offerta è possibile presentare tale integrazione e quindi accedere all’ulteriore contributo. Inoltre la soglia di euro 100.000 lordi è l’importo massimo complessivo dell’integrazione al programma e di conseguenza l’intervento dell’Amministrazione Comunale è di euro 49.000 lordi annuali, oppure l’intervento della stessa Amministrazione Comunale può arrivare a euro 100.000 lordi annuali?

    Quesito n. 3:
    Dal momento che non è richiesta nell’offerta tecnica la presentazione di un programma artistico, nonostante si tratti, in sostanza, di realizzare una manifestazione che ha la sua specificità proprio nella capacità di presentare un programma di livello nazionale e internazionale, su quali criteri oggettivi si basa la valutazione e di conseguenza l’assegnazione di un punteggio per le varie offerte ricevute? Non si evince dal bando quali siano, oltre alla presentazione di un piano di allestimenti (ma che di per sè non può che essere standard e tarato su quello delle edizioni precedenti) e di una serie di attività collaterali al cuore della rassegna, quali siano i criteri oggettivi della valutazione da parte dell’Amministrazione Comunale.



     


    Risposta questito 1:
    Come dettagliatamente indicato nella tabella dell'art. 3 della lettera di invito, il valore stimato di € 1.100,000.00 è riferito alle annualità 2020 e 2021

    Risposta questito 2:
    Sia il rinnovo che le modifiche contrattuali, come indicate all'art. 4.2 della lettera di invito, rappresentano mere facoltà che la stazione appaltante si riserva di esercitare nel corso della concessione e non possono pertanto formare oggetto di offerta.
    100.000,00 euro è il valore massimo delle modifiche contrattuali ammissibili, sempre calcolate in regime di concessione. Nel rispetto di quanto sancito dall'art. 165, comma 2 del Dlgs 50/2016, il contributo massimo erogabile non può superare il 49% del valore della concessione e quindi, nel nostro caso, € 49.000,00 annue.

    Risposta quesito 3:

    La stazione Appaltante ha ritenuto di escludere la presentazione di un programma artistico poiché ciò avrebbe implicato la valutazione su un elemento sicuramente rilevante ma riferito esclusivamente ad una delle due edizioni, lasciando scoperta l'edizione 2020 e potenzialmente, in caso di rinnovo, anche le successive edizioni (2022 e 2023).
    L’analisi del curriculum e quindi delle pregresse esperienze maturate dall’operatore economico, permette di verificare sia la capacità gestionale e organizzativa del medesimo con riferimento a Festival analoghi a quello oggetto di gara, sia il livello degli artisti ingaggiati nel corso degli anni.
    Tutto questo sempre attraverso i criteri di valutazione e gli elementi di apprezzamento riportanti nella tabella di cui all’art. 18.1 della lettera di invito.
    27/11/2019 12:50
  2. 28/11/2019 21:47 - Quesito 1:
    Nella descrizione del criterio di valutazione C3 “Curriculum dell’operatore economico” è scritto: “Saranno valutati gli aspetti qualitativi degli eventi organizzati negli ultimi 5 anni (2009-2019).” Tuttavia vi è una contraddizione tra quanto scritto in lettere e quanto scritto in numeri. L’operatore economico deve quindi elencare, in quanto elemento di valutazione, le attività degli ultimi 5 anni (2014-2019) oppure degli ultimi 10 anni (2009-2019)?

    Quesito 2: 
    Sempre nello stessa descrizione di cui sopra (criterio di valutazione C3) è scritto “In particolare sarà valutato il livello e la notorietà dei musicisti scritturati e il numero di ingressi, dimostrato tramite l’invio di modelli C1”. L’operatore economico deve allegare i C1 di tutti gli eventi inseriti nel proprio curriculum o può limitarsi ad una autocertificazione, allegando i c1 in un secondo momento, ovvero in caso di aggiudicazione?

    Quesito 3:
    Nella descrizione del criterio di valutazione C4 “Iniziative collaterali a quelle concertistiche in Piazza Duomo” è scritto “Sarà apprezzata l’organizzazione di eventi, prevalentemente di natura musicale, nel storico e/o limitrofe al centro storico, in aree aperte e/o chiuse, limitrofe al centro storico”. Il Termine “limitrofo” indica che le iniziative si devono necessariamente svolgere nei pressi del Centro storico oppure si intende l’intero territorio del Comune di Prato?  L’operatore economico può dunque proporre iniziative collaterali che si realizzino all’interno del Comune ma collocati, ad esempio, in aree periferiche della città?
     


    Risposta quesito 4:
    saranno valutati gli aspetti degli eventi organizzati negli ultimi 5 non 10 anni.

    Risposta quesito 5:
    non saranno ammesse certificazioni. Saranno valutati esclusivamente i concerti per i quali sono stati inviati i relativi C1

    Risposta quesito 6:
    Gli eventi collaterali dovranno essere realizzati  in aree aperte e/o chiuse e comunque in luoghi e/o aree di interesse o vocazione culturale che permettano di ricondurre le iniziative al Festival nel suo complesso.
    Si considerano aree limitrofe al centro storico anche  ex Macelli, Anfiteatro centro Pecci, Parco della Liberazione E Pace (ex Ippodromo), Fabbricone, Fabbrichino, Teatro Magnolfi nuovo.
     
    03/12/2019 09:53
  3. 02/12/2019 10:49 - Quesito 7:
    Preso atto che non è richiesta nell'offerta tecnica la presentazione di un programma artistico, come si concilia con il punto C2 delle iniziative collaterali dove viene specificato "sarà valutato il contenuto delle iniziative comprese negli eventi collaterali ed apprezzata la gratuità delle iniziative, comunque sempre valutando il livello degli artisti coinvolti"? In sostanza, non è richiesta una programmazione artistica per i concerti di piazza Duomo ma per gli eventi collaterali si?


    Risposta quesito 7
    Sarà valutata la natura dell’attività programmata. In particolare la tipologia dell’evento (es. musica/danza/teatro), i generi musicali trattati  (es. musica classica, elettronica, ecc), il target a cui è rivolto, la gratuità della singola iniziativa e/o insieme di iniziative.

     
    03/12/2019 10:01
  4. 02/12/2019 10:49 - Quesito 8:
    Facendo riferimento al punto 5 dell'art.5 del capitolato, si richiede al concessionario la titolarità anche degli eventi dell'amministrazione come il concerto della Camerata Strumentale Città di Prato e del Corteggio Storico dell'8 settembre?


    Risposta quesito 8:
    e’ richiesta la titolarià del Concerto della Camerata sTrumentale ma non del corteggio storico
    03/12/2019 10:06
  5. 02/12/2019 10:51 - Quesito n. 9:
    Qualora i requisiti fossero posseduti dal solo capogruppo di un RTI costituendo, il mandante deve fornire e firmare un distinto DGUE?
    A pagina 29 della Lettera d'invito al punto "Parte IV - Criteri di selezione" è scritto "Nel DGUE non importa compilare le sezioni A, B, C e D della parte IV (la compilazione è inibita).", mentre di fatto la sezione A non risulta inibita. Il mandante deve dunque dichiarare di possedere i criteri di selezione?
     


    risposta quesito 9:
    Il DGUE deve essere compilato e fornito da mandatario e ciascun mandante, rispondendo SI alla parte IV “Criteri di selezione” poichè si riferisce al raggruppamento nel suo complesso.
    03/12/2019 11:00
  6. 02/12/2019 23:09 -
    Quesito 10:
    La domanda di partecipazione (modello 2), la dichiarazione sostitutiva di certificazione (modello 3) sono rese da tutti i componenti del raggruppamento temporaneo ancorchè non formalmente costituito?
    Il capitolato di gara deve essere sottoscritto digitalmente per accettazione?


    Risposta quesito 10:
    La domanda di partecipazione (modello 2) e la dichiarazione sostitutiva di certificazione (modello 3) devono sono rese da tutti i componenti del raggruppamento temporaneo ancorchè non formalmente costituito.
    Il capitolato di gara non serve che sia sottoscritto digitalmente per accettazione
    03/12/2019 11:02

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune di Prato

Piazza del Comune, 2 Prato (PO)
Tel. 057418361 - PEC: gare.comunediprato@arubapec.it